• LEGAMBIENTE PROVINCIALE
    La sede di Legambiente della Provincia di Pavia è in: Via Cardano 84 a Pavia
    Tel/fax 0382/33320 - e-mail: legambiente.prov.pv@alice.it Aperta tutti i venerdì dalle 17 alle 19.
    Iscriviti alla Newsletter
  • Cookie policy

    Questo blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando in Legambiente Provincia di Pavia acconsenti al loro uso; clicca su esci se non interessato.

    fai click qui per leggere l'informativa

    e qui per l'informativa del gestore

    Questo blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando in Legambiente Provincia di Pavia acconsenti al loro uso; clicca su esci se non interessato.INFORMATIVAESCI

  • Se il link non funziona manda una mail a: legambiente.prov.pv@alice.it
  • SEGUICI ANCHE SU

       Twitter MySpace Flickr YouTube FriendFeed
  • della PROVINCIA di PAVIA

  • Prodotti sostenibile

    La Nuova Ecologia
    QualEnergia. Il portale dell'energia sostenibile
    Rifiuti Oggi

    Ecosportello
    CEA energEtica
    Cicogna Bianca

    PO-Net
  • Blog Stats

    • 53,614 visite
  • StatCounter

    wordpress com stats

MANIFESTAZIONE DEL 4 MAGGIO – L’ITALIA CAMBIA STRADA. A PARTIRE DA MILANO

Dal sito di Rete Mobilità nuova dove potete trovare maggiori info.
Pedoni, pedali e pendolari per la #mobilitanuova
In Italia le opere pubbliche nel settore mobilità sembrano studiate per portare tanto guadagno a pochi e pochi benefici per tutti.
Milioni di pedoni, ciclisti, utenti del trasporto pubblico locale, pendolari regionali e forzati dell’automobile vengono abbandonati al loro triste destino: spostarsi tra mille disagi nel migliore dei casi, morire di “mala mobilità” nel peggiore. Si continua a nutrire un sistema, quello autocentrico, che ormai è diventato dannoso per tutti. Si continua a perpetrare una logica, quella delle grandi opere, che destina il 75% delle risorse per il 2,8% degli spostamenti di persone e merci (quelli che superano i 50 km).
Per questo chiediamo una Mobilità Nuova e un ribaltamento nella logica degli investimenti.
Una mobilità basata sull’uso delle proprie gambe, della bicicletta, del trasporto pubblico locale, dei treni regionali e dell’uso occasionale dell’auto in condivisione (car sharing, car pooling, taxi).
Una riallocazione delle risorse a favore della mobilità urbana, locale e regionale, distraendo fondi alle opere autostradali e all’alta velocità ferroviaria. E per questo formiamo una rete. Una rete per proteggerci l’un l’altro. Una rete che tenga uniti i nostri interessi condivisi. Una rete che intrappoli le bugie, gli sprechi, le logiche affaristiche.
Pedoni, pedali e pendolari insieme per la Mobilità Nuova.
Oggi facciamo massa critica sul web, condividendo questo appello ed esprimendo in poche parole perché vogliamo una #mobilitànuova. Sabato 4 Maggio, invece, ci vediamo a Milano in P.zza Duca D’Aosta alle 14.30, di fronte alla Stazione Centrale, per fare massa critica in strada.
Raggiungeteci in treno o in metro e partecipate a piedi, in bici, in skate o con qualsiasi mezzo non motorizzato, ma partecipate!

Il 4 Maggio a Milano l’Italia cambia strada.
Se anche tu vuoi aiutarci a diffondere il nostro messaggio, twitter, mail, google+ e facebook sono i nostri naturali alleati. Se vuoi, scegli dal sito una delle locandine e usale come tua immagine per il tuo profilo sui social per coinvolgere i tuoi amici e diffondere il messaggio. (Per scaricare le immagini, clicca su quella che ti piace per ingrandirla, fai click col tasto destro e salvala).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: